Archivi tag: fumetti

Webcomic: Girl Genius

girlgenius.15Titolo e link: Girl Genius
Lingua: Inglese
Tipologia: Avventuroso steampunk
Formato: Tavole complete
Colore o b/n: Colore (prime tavole in bianco e nero)
Cadenza: Tre volte la settimana (estremamente regolare)
Continuità: Storia continua
Gergalità: Nessuna. Qualche difficoltà con i personaggi che parlano con accento
Elementi fantastici: Fumetto totalmente fantastico
Violenza: Poca e addomesticata
Autoreferenzialità: Nessuna
Archivio: L’intero corpo del fumetto sarà presto disponibile online (mancano poche tavole)
Giudizio: (10)

Girl Genius si svolge nell’Europa dell ‘800, ma in versione molto diversa da quella che conosciamo. Al posto della scienza moderna, si è diffusa una scienza motlo più avanzata ma anche assurda e imprevedibile, creazione del genio di una manciata di scienziati pazzi. Coloro che hanno la "scintilla" nella mente sanno creare complessi macchinari quasi dal nulla, ma spesso non sono in grado di dominare le conseguenze delle loro invenzioni. In passato un gruppo di avventurieri con la "scintilla", gli Heterodyne Boys, avevano compiuto mirabolanti avventure per risolvere i problemi derivati dalle invenzioni andate fuori controllo, ma ora sono scomparsi. L’Europa era precipitata nel caos, e l’ordine è stato ripristinato col pugno di ferro dal barone Von Wulfenbach, l’unico sopravvissuto degli Heterodyne Boys.
La protagonista del fumetto è Agatha, giovane studentessa all’Università Polignostica di Transilvania. Inizialmente pensa di essere semplicemente un’orfana senza alcun potere che studia per diventare assistente di laboratorio… maben presto verrà trascinata in una serie di avventure in giro per il mondo, in cui scoprirà che molto di ciò che credeva leggenda è invece realtà.

Girl Genius ha compiuto il percorso inverso rispetto a molto fumetti recenti: nato come cartaceo, si è successivamente trasferito on-line (i fascicoli vengono pubblicati solo dopo che tutte le tavole sono apparse sul web). Posso dire che è il mio webcomic preferito: è ambientato in un mondo fantastico estremamente originale e dettagliato, ha una trama di una complessità mostruosa che pure si mantiene comprensibile e sembra poter andare avanti per sempre, è disegnato benissimo, e mescola con grande equilibrio umorismo e avventura. Non posso che consigliarlo con tutto il cuore.

Qui trovate una storia breve ambientata in un periodo molto successivo a quello descritto nella storia principale. Un ottimo esempio dello stile del fumetto.

Share

Webcomic: Alien Loves Predator

Alien Loves PredatorTitolo e link: Alien Loves Predator
Lingua: Inglese
Tipologia: Comico
Formato: Strip o tavole di formato variabile
Colore o b/n: Colore
Cadenza: Due volte la settimana (decisamente irregolare)
Continuità: Storie singole si alternano con archi di storia che fanno evolvere i personaggi
Gergalità: Elevatissima, molto slang e oscuri riferimenti alla cultura popolare USA
Elementi fantastici: Numerosi. Beh, i protagonisti sono un alien e un predator, ho detto tutto
Violenza: Occasionalmente anche molto elevata, ma sempre di tipo splatter-fumettistico
Autoreferenzialità: Nessuna
Archivio: L’intero corpo del fumetto è disponibile online
Giudizio: (7)

Alien Loves Predator racconta le scombinate peripezie di due scapoli newyorchesi che condividono uno squallido appartamento a Manhattan. I due assomigliano alquanto ai protagonisti di La strana coppia: Preston è occhialuto, sensato, un po’ timido dietro la sua scorza burbera e sarcastica, Abe è invece irragionevole, pasticcione e assolutamente spudorato. Ah, c’è un’ulteriore differenza: Abe è un alien, e Presto un predator, anche se i due sembrano essersi perfettamente integrati tra loro e a New York, e la cosa non sembra creargli il minimo problema (i problemi li ha semmai Abe con sua madre, una terrificante hive mother). Al duo si aggiungono occasionali compagni di stanza: nei primi tempi hanno convissuto con Gesù, che aveva intrapreso la carriera di giocatore di baseball. Attualmente vivono con Corinna, una ragazza sensitiva. L’ex-presidente Bill Clinton e un cameriere cinese in grado di viaggiare nel tempo sono altri personaggi ricorrenti.
Le storie di Alien Loves Predator sono una sequela di nonsense e giochi di parole, che personalmente trovo divertentissimi, perlomeno quando li capisco (cioè non sempre). E’ anche il tipo di umorismo che lascia molti completamente indifferenti, per non dire disgustati. La cosa più bella di questo fumetto, comunque, e la tecnica esecutiva. E’ realizzato con foto di giocattoli e action figures, sovrapposte a sfondi realistici ed elaborate con Photoshop. Il risultato è davvero fenomenale, e vale almeno una visita.

Esempio

Share

Webcomic: Ctrl Alt Del

EthanTitolo e link: Ctrl Alt Del
Lingua: Inglese
Tipologia: Comico, nonsense
Formato: Strip di quattro vignette
Colore o b/n: Colore
Cadenza: Tre volte la settimana (estremamente regolare)
Continuità: Storie singole del tutto isolate si alternano con archi di storia che durano anche diverse settimane e fanno evolvere i personaggi
Gergalità: Elevatissima, centrata sul mondo dei videogiochi
Elementi fantastici: Numerosi. Uno dei personaggi è un robot, e ci sono molti sconfinamenti nel fantastico, anche se molte storie potrebbero svolgersi anche nel mondo reale
Violenza: Occasionalmente anche molto elevata, ma sempre di tipo splatter-fumettistico, esagerata al punto di esssere innocua
Autoreferenzialità: Scarsa (l’autore è apparso nel fumetto in un paio di occasioni)
Archivio: L’intero corpo del fumetto è disponibile online
Giudizio: (9)

Ctrl Alt Del racconta le scombinate avventure di una banda di videogiocatori. Il protagonista assoluto è Ethan (autoritratto dell’autore, vedere nelle foto), un ragazzo che vive letteralmente per i videogiochi, capace di compiere le azioni più sconsiderate a causa della sua passione. Ethan è un concentrato di difetti: impulsivo, totalmente avulso dalla realtà, imbranato e incline a combinare disastri e a provocare danni a sé stesso e agli altri, incpace di amministrarsi. Ha però una sua bontà di fondo; inoltre la totlae dedizione con cui si dedica ai compiti più strampalati lo portano spesso a ottenere risultati impensabili. Suo compagno di stanza è Lucas, altro appassionato di videogiochi, che sembra molto più normale e con i piedi per terra, ma solo perché è Ethan il termine di confronto. Lucas è particolarmente sfortunato con le donne, mentre Ethan ha una ragazza fissa, Lilah, anche lei videogiocatrice. Era una vicina di casa, ma ora vive con Ethan e Lucas. Il quarto inqulino dell’appartamento è Zeke, una console Xbox che Ethan ha trasformato in un robot senziente durante uno dei suoi exploit. Infine, nell’appartamento vive anche Scott, misterioso hacker che non lascia entrare nessuno nella propria stanza. Scott è un seguace di Linux, e ha un pinguino domestico di nome Ted, che Ethan odia di un odio tanto immotivato quanto feroce. Attività principale del gruppo è reagire ai disastri combinati da Ethan per soddisfare la sua folle passione. Il corso del fumetto viene a volte interrotto da intermezzi che sono parodie di videogiochi famosi o di abitudini dei videogiocatori, nonché delle apparizioni dello chef Brian, un personaggio dall’assoluta e radicale mancanza di senso.
Ctrl Alt Del è un fumetto assolutamente professionale, con disegni di alta qualità e aggiornato con regolarità assoluta, il che spiega come l’autore, nonostante sia giovanissimo, sia riuscito a trasformarlo in breve tempo in un successo commerciale. Per poterlo capire bisogna avere una conoscenza almeno superficiale del mondo dei videogiochi. Per il resto, io lo trovo divertentissimo: è la somma di vari tipi di umorismo molto diversi tra loro, ed è qualitativamente molto solido: è raro che una storia non mi faccia almeno sorridere, e spesso mi fa letteralmente sganasciare.

Esempio

Share

Il mese del webcomic

fumettoQuesto blog ha bisogno di essere un po’ vivacizzato. Pertanto decreto che febbraio sarà il mese del webcomic. Per tutto il mese, ogni giorno, presenterò una breve recensione di un fumetto pubblicato sul web. Spero di farcela, d’altronde ho scelto apposta il mese con il minor numero di giorni. 😉

Share

Hell freezes over!

Questionable ContentNon ci speravamo più!!!
Dopo 568 striscie, finalmente Marten, protagonista di Questionable Content,  riesce finalmente a combinare qualcosa con una ragazza!
Un simile tellurico evento non può passare sotto silenzio. Congratulazioni, Marten! Anche se sappiamo benissimo che la tua vita d’ora in poi sarà ancora più incasinata, ci hai dato una ragione per andare avanti: i miracoli accadono!

Share