Archivi del mese: maggio 2006

Chi va con lo Zappa impara a…?

P1010133Se vi state chiedendo chi siano le due persone nella foto, ora ve lo spiego. Quello figo con la chitarra in mano è Dweezil Zappa, figlio del più celebre Frank. Io sono quello alto (almeno quello!).
Ieri pomeriggio ho avuto la possibilità di intervistarlo (a fianco del mio capo). Si è rivelato un personaggio disponibile, estremamente professionale, molto preparato, anche se non ha rivelato alcuna scintilla di follia creativa paragonabile a quella del padre. O forse sono stato io a non sapergliela tirare fuori, non so. Purtroppo, una volta tanto che avrei avuto la possibilità di vedermi il concerto come giornalista accreditato, non ho potuto sfruttarla a causa di un impegno precedentemente preso. Mi sono mangiato le mani, ma non mi piace bidonare le persone. L’intervista apparirà su varie testate della mia casa editrice… ma vedremo se si potrà aggiungere qualcosa qui.

Comunicazione di servizio: ho valanghe di recensioni che avrei voluto scrvere e non ho scritto. Potrei farlo ora, ma vi interessa la recensione di un film ormai uscito dalle sale o di un concerto tenutosi diversi tempo fa? Fatemi sapere, così non scrivo per niente…

Share

Quello che passa il convento

Attendevo con ansia l’annuncio del governo Prodi per poter rimarcare le prime differenze positive rispetto al governo Berlusconi. Temo però che gran parte delle lodi che volevo fare si siano perse per strada. A guardare la composizione del governo, non c’è molto da gioire. Delle tante illustri personalità di cui si vociferava non ne è rimasta alcuna, a parte Padoa-Schioppa. Gli altri sono tutti funzionari di partito. I ministeri si sono moltiplicati per accontentare tutti. Nel complesso, si possono fare solo due lodi  a questo governo: che non è di destra (almeno quello!) e che non contiene personaggi impresentabili come Calderoli (d’accordo, c’è Mastella, però non è impresentabile come Calderoli!). Accontentiamoci, che mi sa che accontentarsi sarà quello che dovremo fare per tutta la legislatura.

Share

Il momento dello humour

"Ma come mai nessuno riconosce i meriti di questo governo? Siamo stati il governo più longevo della Repubblica, abbiamo fatto tantissime riforme e nessuno parla dei nostri risultati, perchè?"
Silvio Berlusconi, 15 maggio 2006

Share