L'abisso

Dunque, mentre l’orizzonte mediatico era occupato quasi del tutto dalla dignità offesa del Papa costretto a ritirarsi dall’università perché non poteva tollerare qualche fischio, in giro sono successe le seguenti cose:

  • Napoli è stata sommersa dai rifiuti, e credo lo sia tuttora. Tutti hanno dato la colpa a qualcun altro, nessuno si è dimesso. Il presidente Napolitano ha giudicato "eccessiva" la censura UE nei nostri confronti a questo proposito.
  • Berlusconi ha apertamente proposto lo scambio di una riforma elettorale ritenuta indispensabile da tutte le forze politiche con la mancata approvazione di una legge che minaccia i suoi personali guadagni.
  • La signora Lonardo Mastella continua a presiedere il consiglio regionale della Campania, pur essendo agli arresti domiciliari per concussione.
  • Suo marito Clemente Mastella si è dimesso dalla carica di Guardasigilli pronunciando un’invettiva contro i giudici che ha fatto impallidire quelle di Berlusconi, ricevendo per questo gli applausi dell’intero Parlamento.
  • Il presidente della regione Sicilia, Salvatore Cuffaro detto Totò, è stato condannato a cinque anni di reclusione per favoreggiamento nei confronti di un mafioso, ma intende rimanere al suo posto in quanto i giudici non hanno ritenuto dimostrata la sua affiliazione vera e propria con la mafia. Il presidente del suo partito, Pierferdinando Casini, si è congratulato come se avesse ricevuto una medaglia.

Toccheremo mai il fondo?

Share Button

11 risposte a “L'abisso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *